Preparazione Passatore: attenzione a non correre troppo!

febbraio 27, 2018 in I Consigli dell'Esperto, NEWS

Devo ammettere che è davvero coinvolgente avvertire l’emozione e l’entusiasmo  di tanti runners alle prese con la preparazione del Passatore, storica e magica 100km  che si correrà il 26 Maggio 2018 con partenza a Firenze ed arrivo a Faenza.

Una cosa che però mi lascia perplesso, soprattutto se si parla di neofiti della distanza (ma penso sia un consiglio utile anche per i più esperti…), è che a mio avviso tantissimi di questi atleti stanno correndo troppo. Si avete sentito bene,  per preparare una 100 km serve l’adeguato allenamento, ma non bisogna arrivare al giorno della gara “spremuti e cotti”. Leggi il resto di questa voce →

10 cose da sapere prima di correre il Passatore

maggio 14, 2016 in I Consigli dell'Esperto

Con il mese di maggio si avvicina un appuntamento irrinunciabile per il runner di lunghissima distanza: la 100km
del Passatore Firenze-Faenza. Sicuramente la competizione sulla distanza più famosa al mondo, il Passatore ogni anno richiama tantissimi “matti” (quest’anno segnalati finore 2.500) che il 28 maggio alle 15.00 partiranno da Firenze (precisamente in via dei Calzaiuoli) alla volta di Faenza, dove avranno tempo fino alle ore 11.00 del 29 maggio per arrivare in Piazza del Popolo. Leggi il resto di questa voce →

LA 100 KM DEL PASSATORE SI AVVICINA

maggio 6, 2016 in I Consigli dell'Esperto, IO C'ERO, NEWS

 
192139886-0503d414-3ec9-4b3e-a032-c8a488ff7ccf
ob_477a94_ob-e49f42-dsc02842Lo spirito di avventura che in tutti noi runner viene esaltato durante la preparazione alla mitica 100 km del Passatore.

Era il Maggio del 1976  quando sul 5° numero della rivista Podismo redatta da Nerio Neri  apparve il mio primo articolo. Il tema era, neanche a farlo apposta, la 100 km del Passatore e ricordo che trattavo proprio, di come allenarsi per la manifestazione podistica che unisce la Toscana alla Romagna. Bei ricordi. Leggi il resto di questa voce →

CON CHE SCARPE AFFRONTARE IL PASSATORE?

aprile 15, 2016 in I Consigli dell'Esperto, NEWS

Triumph ISO 2Non esiste la “scarpa perfetta” per tutti per affrontare una gara lunga e impegnativa come la FIRENZE-FAENZA.

Verrebbe infatti da dire: “A ognuno la sua scarpa”.

Di certo per tutti vale la regola che il modello scelto dovrà fornire soprattutto protezione, ammortizzazione, stabilità, traspirabilità e confort più che reattività e propulsione. Leggi il resto di questa voce →

Maggio tempo di Ultramaratone

aprile 3, 2016 in I Consigli dell'Esperto, NEWS

Fulvio MassiniL’ultramaratoneta è sicuramente un “innamorato” della corsa lenta più corre e più si rilassa.  Questa affermazione fatta da un podista diversi anni fa, mi fece riflettere e poi capii lo spirito e da allora devo dire che vedo gli ultramaratoneti sotto una luce più umana e capisco meglio perché hanno voglia di buttarsi in questa avventura. L’ultramaratoneta è quindi un soggetto predisposto mentalmente e fisicamente a sopportare grandi volumi di allenamento a velocità medio basse. Un amatore, difficilmente avrà il tempo di eseguire grandi quantità di km durante i giorni infrasettimanali, dovrà essere disposto a sacrificare il week end per raggiungere questo obiettivo. Leggi il resto di questa voce →

La preparazione mentale nelle ultramaratone di Alberto Cei

giugno 11, 2015 in I Consigli dell'Esperto, NEWS

La pazienza è la prima qualità che deve dimostrare di possedere un ultra-maratoneta. All’inizio della gara ci si deve annoiare, nel senso che il ritmo della corsa deve essere facile ma non bisogna cadere nella tentazione di correre più veloce di quello che si è programmato.

  •  In una competizione così lunga sono inevitabili i momenti di crisi. Come è possibile superarli?

Nella corsa di lunga distanza le difficoltà sono inevitabili, quindi la domanda non è tanto “se ci troveremo in difficoltà” ma “quando verrà quel momento cosa devo fare per superarlo”. La risposta non può essere improvvisata in quel momento ma deve essere già pronta, poiché anche in allenamento avremo incontrato difficoltà di quel tipo. Quindi in allenamento: “come mi sono comportato, che cosa ho pensato, quali sensazioni sono andato a cercare dentro di me per uscire da una crisi?”. In gara abbiamo dentro di noi queste risposte, dobbiamo tirarle fuori. Ogni runner in quei momenti deve servirsi della propria esperienza, mettendo a fuoco le immagini e le emozioni che già in passato gli sono state utili. Leggi il resto di questa voce →

Il mental coaching per l’ultramaratona di Lizzy Hawker

maggio 16, 2015 in I Consigli dell'Esperto, NEWS

In previsione dell’ultramaratona del Passatore, l’ntervista a Lizzy Hawker, cinque volte vincitrice dell’Ultra Maratona del Monte Bianco ed è stata dentrice del record del mondo della 24 ore di corsa. (da The Guardian)

Cosa pensi ti fa correre bene l’ultramaratona? Hai qualcosa di diverso – o sei riuscita a connetterti a qualcosa che ognuno ha dentro di sé? La resistenza mi viene proprio naturale. E ‘sempre stato un modo di vivere – da prima di gareggiare e di correre le lunghe distanze. Anche quando ero un bambino ho preferito andare a piedi piuttosto che prendere l’autobus – in bici piuttosto che in auto. E ‘sempre stato lì. Questo è probabilmente diverso per la maggior parte delle persone. Nello sport ultra e di resistenza il lato mentale è davvero molto importante, e questo è anche parte di ciò che sono. Credo che siamo tutti alla ricerca di qualcosa nella vita – trovo qualcosa attraverso la corsa. Leggi il resto di questa voce →

Correre 100km di Alberto Cei

giugno 5, 2014 in I Consigli dell'Esperto, IO C'ERO, NEWS

Alla fine del mese di maggio si è corsa la 100km del Passatore da Firenze a Faenza con un dislivello in salita di +1000 metri. Ho partecipato a questa gara nel 2011. Venivo da anni in cui avevo corso più volte ultra-maratone e skyrace e a quel punto ho cominciato a pensare di fare questa esperienza. L’ho fatto per sfida, ovviamente con me stesso, e per vedere cosa ti dicono il cervello e il corpo, mentre sei impegnato in uno sforzo così prolungato. Leggi il resto di questa voce →