La notte del Passatore, tra canzoni e deliri di Giancarlo CHINCHIO

agosto 20, 2018 in IO C'ERO, NEWS, TESTIMONIANZE


“Io che allargo le braccia
E respiro il respiro
E quest’aria frizzante che sa di Romagna
Che sa di buon vino
E il giorno in Toscana
E la notte in montagna
Mi dicon Faenza quella luce lontana
Ma è il Passatore
O il suo fantasma
Che forse mi inganna”

Ecco, il mio racconto potrebbe finire qui, ma se avete voglia annoiarvi, continuate pure a leggere. Leggi il resto di questa voce →

9 mesi per prepararla 20 ore per correrla di Roberta Peroni

agosto 20, 2018 in IO C'ERO, NEWS, TESTIMONIANZE

La 100 non si improvvisa è una gara ma soprattutto un viaggio che per me parte da molto lontano e forse se 3 anni fa ho iniziato a correre uno dei motivi è stato questo “tarlo”; fin da bambina adoravo quella serata perché segnava l’inizio delle vacanze estive e perché vedevo arrivare persone felici nonostante avessero sofferto il caldo, il freddo, i crampi.. mi sono sempre chiesta.. cosa c’è di bello nel correre 100 km partendo da Firenze per tornare a casa? Volevo saperlo.. volevo capire cosa portava persone normali a fare uno sforzo così e spesso a rifarlo.

Mi iscrivo ad aprile anche se ci penso già da settembre e in un attimo mi ritrovo a Firenze

Siamo tantissimi fa caldissimo, la mia testa ripensa a tutti gli infortuni che mi hanno seguita durante la preparazione, penso a tutto quello che mi potrebbe capitare in gara.. per fortuna sono con i miei compagni di squadra e tra una chiacchiera e l’altra arrivano le 15.. si parte..  faccio fatica a correre.. non ingrano e nella salita di Fiesole tutta al sole cammino.. mi avvilisco perché non è da me fermarmi in salita ma per fortuna una persona esperta (scopro che ne ha fatte 17) mi fa coraggio e mi dice di tenermi le gambe per la discesa di non sprecare energia ma di godermi l’esperienza. Arrivo al ristoro di Fiesole mi sembra come un oasi nel deserto..bevo mi bagno e inizio a correre piano.. vedo mio marito Marco pure lui cotto dal sole e iniziamo a salire. Finalmente sento il  vento il sole sembra picchiare meno, passo Vetta le Croci e Borgo San Lorenzo senza difficoltà. Leggi il resto di questa voce →

100 km con PADRE DANIELE

aprile 20, 2017 in IO C'ERO, TESTIMONIANZE

pdf 100km con Padre Daniele

Il passatore tra sogno e realtà di Francesco Di Mauro

gennaio 3, 2017 in IO C'ERO, NEWS, TESTIMONIANZE

francesco-di-mauroSabato pomeriggio, stanco dagli eventi che la vita ti riserva, mi siedo nel mio amato divano, così
per staccare un pochino, accendo la TV e cerco qualcosa che mi faccia svagare, nulla di
impegnativo. Trovo una trasmissione sportiva che parla di corsa in montagna per la precisione di
un’ultra trail. Ed ecco che la mia nostalgia per la corsa, e del mio carico giornaliero di endolfine, si
fanno sentire. Ma la stanchezza ha la meglio su di me e mi addormento. Attenzione non mi appisolo
ma mi addormento.
Ecco che inizio a sognare anzi non è un vero sogno, i sogni sono cose irreali e/o fantasie, nel mio
caso specifico rivivo, a tratti direi salienti, il mio passatore. È vero ad oggi ne parlo poco, dico
sempre che è un’esperienza ma ho raccontato pochi dettagli, forse perché, oggi me ne rendo conto, è
una esperienza che va maturata.
Ma andiamo al sogno e/o racconto dei miei 100 km del passatore.
Eccomi a Firenze alla partenza della gara, con accanto la mia amica Gabriela, direi che come
partenza è simile a tutte le altre, tutti gli atleti di ogni parte di Italia l’uni vicini agli altri, in attesa
dello starter più atteso dell’anno.
Ed ecco che viene dato il vita. Io ho i battiti alti, non ho la fascia cardio, ma li sento pulsare dentro
di me, c’è un caldo umido atroce, decido di andare secondo programma e limitare al massimo il mio
ritmo (6min / km). La mia compagna di avventure mi
incita a seguirla ma io le faccio presente che vado con il
mio ritmo e ci separiamo almeno per il momento.

Leggi tutto articolo in pdf 

Il viaggio di una vita

settembre 6, 2016 in IO C'ERO, NEWS, TESTIMONIANZE

Pierluigi Lops‎Ormai è il 28 maggio ed eccoli i 100 km, partenza da piazza della Repubblica a Firenze, il viaggio che ci porterà a Faenza inizia alle 15 con il termometro che segna 30°. Leggi il resto di questa voce →

A 50 anni abbiamo fatto 100km

luglio 25, 2016 in IO C'ERO, NEWS, TESTIMONIANZE

25985_AY11044 Era l’autunno di circa due anni fa e, durante uno dei soliti allenamenti, il mio amico coetaneo Fabio mi chiedeva che programmi avevo per i festeggiamenti dei miei 50 anni.
Al momento non avevo la risposta pronta, ma dopo un paio di minuti mi veniva il “lampo di genio”….e se andassimo a festeggiare insieme da Firenze a Faenza?
Fabio non rispondeva nulla ma ho capito subito che qualcosa stava “bollendo in pentola”….!!
Dopo alcune maratone preparate e corse insieme giungevamo a Settembre 2015 durante il quale ho stabilito il programma della “festa dei nostri 50 anni”…..era molto semplice: una maratona al mese fino ad Aprile ed a fine Maggio il mitico Passatore. Leggi il resto di questa voce →

Il sogno di un atleta non vedente: maratona nel deserto, iroman e passatore

luglio 22, 2016 in IO C'ERO, NEWS, TESTIMONIANZE

    Alberto CerianiHo avuto modo di fare esperienza da accompagnatore sia in allenamento che in gara con un’atleta non vedente tesserata con l’atletica “LA SBARRA”, trattasi della mitica coraggiosa e determinata atleta Ada Ammirata che da un annetto è scesa da cavallo dopo un’esperienza a livello internazionale ed ha scoperto la corsa a piedi applicandosi con entusiasmo, dedizione e determinazione.

L’esperienza di corsa con Ada permette agli atleti della squadra di scoprire cosa significa correre con una disabilità come la vista ed ognuno di noi si sperimenta come accompagnatore negli allenamenti ed in gara, mettendo da parte qualsiasi forma di competizione estrema e dedicandosi all’altro con generosità. Leggi il resto di questa voce →

Enrico Vedilei, ultrarunner: anche il decimo Passatore è in saccoccia

luglio 21, 2016 in IO C'ERO, NEWS, TESTIMONIANZE

enrico vedilei 1 Enrico si diverte correndo, più corre e più si diverte, più passano gli anni e più diventa un gioco correre per Enrico e giocando e divertendosi mette in tasca gare lunghissime ed impegnative come la mitica Passatore della lunghezza di 100km, ma come dico io “togheter is better”, in compagnia è meglio ed Enrico sa stare e sa correre in compagnia.

Ecco come racconta la sua ultima lunghissima gara: “Anche il decimo Passatore è in saccoccia. Avevo dichiarato che lo avrei corso/camminato con mia moglie e Alberto Naldoni (amico e sponsor dell’Ultramaratona della pace sul Lamone) e cosi è stato. Tra una battuta e l’altra, tra una birra e l’altra, il tempo è volato senza accorgercene e come diceva l’amico e ottimo ultramaratoneta Antonio Mazzeo, anche Domenica è sorto il sole e noi da Brisighella a Faenza c’è lo siamo gustati per benino. 16 ore e 28 minuti di ‘spasso’, decimo finisher per me, 11 per Alberto e 17 per Maria Luisa, totale 38. Fra 363 giorni speriamo di sfondare i 40 finisher perchè squadra vincente non si cambia mai, anzi speriamo che per festeggiare il suo 20° finisher, a noi si possa unire anche mio cognato (cugino di Alberto, giusto per rimanere in famiglia) Ivano Folli. Voglio solo fare i complimenti a Re Giorgio Calcaterra che ha trionfato per l’11° volta consecutivamente e alla croata Nikolina Šustić che oltre ad aver vinto la gara femminile (bissando il successo del 2015), per la prima volta ha portato una donna sul terzo gradino del podio in assoluto.” Leggi il resto di questa voce →