(Italiano) LA 100 KM DEL PASSATORE SI AVVICINA

May 6, 2016 in The Expert Tips, IO C'ERO, NEWS

 
192139886-0503d414-3ec9-4b3e-a032-c8a488ff7ccf
ob_477a94_ob-e49f42-dsc02842Lo spirito di avventura che in tutti noi runner viene esaltato durante la preparazione alla mitica 100 km del Passatore.

Era il Maggio del 1976  quando sul 5° numero della rivista Podismo redatta da Nerio Neri  apparve il mio primo articolo. Il tema era, neanche a farlo apposta, la 100 km del Passatore e ricordo che trattavo proprio, di come allenarsi per la manifestazione podistica che unisce la Toscana alla Romagna. Bei ricordi.

Ma veniamo ad oggi. Fra meno di un mese molti di voi vorranno arrivare a Faenza, passando da Fiesole, Borgo San Lorenzo, Ronta, La Madonna dei Tre Fiumi, Razzuolo, il Passo Colla per poi scendere verso Crispino, Brisighella ed arrivare a braccia alzate in piazza del Popolo a Faenza.

Questo è senza dubbio il periodo più delicato della preparazione. Il dubbio che affligge molti 100isti è quando fare l’ultimo lunghissimo.

Il momento migliore ho visto essere 3 settimane prima della gara. Consiglio infatti di correre l’ultimo lungo sabato 7 maggio o domenica 8. Tranquilli riuscirete a recuperarlo.Di tempo a disposizione ne avrete eccome.

Un altro problema da risolvere è la lunghezza di questo allenamento. La distanza ideale varia fra i 60 ed i 70 km massimo. Questa volta contrariamente ai lunghi fatti in precedenza dovrete correre  i km in un’unica soluzione, senza spezzare l’allenamento in due o tre parti. Sarà importante scegliere il tracciato che dovrà essere più simile possibile a quello della 100 km e dovrà quindi prevedere salite e discese. Abituatevi a correre piano e non esitare a camminare nei tratti più ripidi della salita. Ricordatevi che da Fiesole al Passo delle Croci (518 slm) la strada è tutta in leggera salita, quindi non lasciatevi ingannare.Firenze-100km-Passatore-Faenza1-300x199

Date un occhio al panorama che è molto bello. Alla vostra sinistra vedrete la Valle del Mugnone. Da queste parti ci sono nato e quindi ci corro da tutta la vita.

Dopo la Madonna dei tre Fiumi e dopo Razzuolo troverete dei tratti ripidi, non esitate a camminare.Gara-Passatore1 (1)

Consiglio di partire alle 15 in modo da provare alimentazione prima della partenza. Può essere un errore mangiare troppo vicino alla partenza così come   non fare colazione. Difficile dire un orario preciso. Ognuno ha i suoi tempi di digestione e deve imparare a conoscersi.

Dopo questo lunghissimo dovrete ridurre i km. A due settimane dalla gara, fate 20- 25 km e poi  dovrete fare sempre meno km. La domenica prima della gara, dovrete correre10-12km. Chi ha fatto l’ultimo lungo il 1 Maggio dovrà fare un richiamo di resistenza aerobica correndo un ‘altra volta 30-35 km.  In bocca alla 100 km.

                                                                                                                             Fulvio Massini