COUTRY TRAILS

COUNTRY INFORMATION CROSSED THE EVENT

LA VIA DELLA CENTO – SIGHTSEEING – kilometer of kilometer – the history of the Tuscan  – Romagna valley, curated by Aldo Giovanini and Pietro Malpezzi

GUIDA on-line

“IL PASSATORE PAESE PER PAESE”

NERI EDITORE

 

FLORENCE

Capoluogo della Toscana, di origine romana, sorto sulle rive dell’Arno. Dopo aver fatto parte della Tuscia longobarda e del Marchesato di Toscana, è diventata libero Comune dal XII secolo, quindi Signoria. Nel periodo mediceo (1434-94), pieno Rinascimento, ebbe il massimo splendore e, da allora, un ruolo preminente nella politica italiana. Ducato, poi Granducato, nel 1860 fu annessa al regno d’Italia, di cui fu capitale provvisoria dal 1865 al 1870. Città d’arte per eccellenza è una “città-museo” unica al mondo. Sede di importanti rassegne ed iniziative culturali, artistiche, sociali ed economiche, Firenze promuove ed ospita anche importanti manifestazioni sportive, fra cui la “Firenze Marathon”, la maratona italiana che registra il maggior numero di scritti (oltre 7.000), che si disputa ogni anno nel mese di novembre. Dal 2002 è gemellata con la “100 Km del Passatore”.

FIESOLE

Rinomato centro turistico (aria salubre, ampie aree verdi…) e d’arte situato sui colli che dominano Firenze (295 metri s.l.m.), da cui dista 8 km, è stato costruito dagli etruschi. Alleata di Roma contro Annibale (217 a.C.), Fiesole fu piazzaforte militare e teatro di numerose battaglie: fra le più importanti si ricordano quella di Stilicone contro Radagaiso (405 d.C.) e quella di Belisario contro gli Ostrogoti (539). Importante zona archeologica etrusco-romana (di grande rilevanza il teatro e il tempio), va segnalata anche per il Museo Archeologico e per il Duomo (Sec. XI).

BORGO SAN LORENZO

Capoluogo del Mugello ed importante centro economico e turistico dell’appennino tosco-emiliano, è noto anche per lo svolgimento nel suo territorio di numerose iniziative sportive (motociclismo, ciclismo, podismo…). Maratona di Mugello è più longeve in Italia, dal 1974 è organizzata dal gruppo podistico A.S.D. Atletica Marciatori Mugello. Di particolare importanza sono la Pieve di San Lorenzo (sec. XII), la Chiesa di San Giorgio e il Palazzo del Podestà. Di grande significato anche il Museo della Manifattura Galileo Chini, che raccoglie opere d’arte (pitture murali, vetrate, ferri battuti e soprattutto ceramiche realizzate, fra gli altri, da artisti, artigiani e dalle Fornaci San Lorenzo, o provenienti da collezioni private e da musei, compreso quello Internazionale di Faenza).

MARRADI

Situato sul versante Adriatico dell’Appennino Toscano quasi totalmente montuoso con altitudini fino ai 1242 metri del monte Lavane, il Comune di Marradi forma una stupenda oasi ecologica. L’asprezza dei rilievi montuosi è addolcita dalla presenza di antichi borghi e frazioni quali Campigno, Crespino, Biforco, Popolano, San Adriano, Lutirano, ove per secoli le popolazioni hanno tratto dal bosco le risorse per l’alimentazione e il lavoro. Una particolare cura era ed è dedicata ai castagni ed ai loro frutti. Marradi, dominata dagli antichi ruderi della Rocca di Castiglionchio, ha nei suoi dintorni diversi Conventi ed Abbazie che testimoniano l’espansione che ebbe nella zona il fenomeno monastico. Oltre al Monastero delle Domenicane, va ricordato il Convento della SS. Annunziata, l’Abbazia di Badia del Borgo, quella di Santa Maria a Crespino sul Lamone, la Badia di Valle Acerreta e l’Eremo di Gamogna fondati da San Pier Damiani. Marradi è la patria del poeta Dino Campana.

PASSO DELLA COLLA DI CASAGLIA

Punto topico della “100 Km del Passatore”, posto a metà del suo percorso (48° km), il Passo della Colla è il punto più alto della gran fondo (913 metri s.l.m.) e costituisce uno dei valichi più suggestivi dell’appennino tosco-romagnolo, sia sul piano naturalistico ambientale, che da quello turistico ed enogastronomico. Gli organizzatori della “Cento” assegneranno il Gran Premio della Montagna “Francesco Calderoni”, messo in palio dalla Unione Operai Escursionisti Italiani (Uoei) di Faenza dal 2001 in memoria del loro presidente e fondatore della manifestazione, al primo atleta che transiterà dal Passo e giungerà al traguardo di Faenza.

BRISIGHELLA

Brisighella, antichissimo borgo medioevale della Valle del Lamone, contornata da tre caratteristici colli, su cui si ergono la Rocca del XIV secolo, sede del Museo della Civiltà Contadina, la Torre dell’Orologio del XIX sec., costruita su un precedente fortilizio del 1290, il Santuario del Monticino del XVII sec. Nel centro storico si può ripercorrere la via sopraelevata e coperta, denominata Via degli Asini, antico nucleo fortificato costruito a difesa del Borgo. Le Terme di Brisighella, note da secoli, situate in un verde parco, hanno saputo svilupparsi con proposte all’avanguardia, utilizzando le più moderne metodiche applicative.

FAENZA

Faenza, città di origine etrusco-romana, è conosciuta in tutto il mondo per la sua ceramica, la cui antica tradizione risale al XII secolo e raggiunse punte di grande significato artistico, durante il Rinascimento. La tradizione e la cultura della ceramica costituiscono ancora oggi il centro vitale della Faenza moderna; con il suo museo Internazionale delle Ceramiche, che ospita splendide collezioni di opere di tutte le epoche e di moltissimi Paesi del mondo, le 60 botteghe artigiane e le scuole (Ist. Statale d’Arte per la ceramica “Ballardini”, Isia), che hanno formato artisti e tecnici per l’arte, l’industria e gli eventi internazionali di arte e artigianato sulla produzione storica e contemporanea della maiolica. In Faenza ha sede l’Associazione delle città delle Ceramiche d’Italia.