48° EDIZIONE 100KM DEL PASSATORE 2020

luglio 11, 2019 in NEWS

APERTURA ISCRIZIONI

1 OTTOBRE 2019

Vi aspettiamo con grandi novità!

 

Addio a Vito Melito, leggenda del Passatore

luglio 1, 2019 in NEWS, RASSEGNA STAMPA

Per chi volesse rendere l’ultimo saluto a Vito, 
sarà possibile farlo presso la Camera mortuaria dell’Ospedale Maggiore 
Lunedi 01/07/2019 dalle ore 11.30 alle 13.30
seguirà la funzione presso la 
Parrocchia Beata Vergine Immacolata 
(via Piero della Francesca, 3 Bologna) 
alle ore 14.

La Famiglia

IO C’ERO di… Fantechi Simone

luglio 8, 2019 in IO C'ERO, NEWS

 
 
 
 
Il Passatore è la corsa che amo! È la corsa che aspetto per un anno intero. Un anno a prepararsi con il massimo rispetto per i suoi 100 km. Un anno di corse, allenamenti, gare lunghe e corte e tutto ciò che serve per non lasciare niente al caso. E da due anni aspettavo questo momento. Provare a stare sotto le fatidiche 10 ore. Ed ora che è arrivato un 9h52’ è il momento delle considerazioni.
Sono ormai sei anni che partecipo e ogni volta Lei ed io ci conosciamo meglio. Lei perché per me è Lei la Regina, la più bella delle corse, che poi una corsa non è…o meglio non è solo una corsa. 
È un percorso, un viaggio, una storia e mille altre cose ancora. Per me è una condivisione assieme alla mia famiglia di mesi e mesi di sacrifici e di passione. Ed al tempo stesso sono 100 km di introspezione. Quindi è inevitabile alla fine fare dei ringraziamenti. 
Il primo il più importante, il più dolce va a Valentina che condivide con me questa passione e questa esperienza. Sempre al mio fianco prima e durante la corsa. Ore ed ore ad incitarmi e d a dirmi di non mollare neppure un secondo. Senza di lei niente sarebbe uguale e stanotte chissà come sarebbe andata. Poi un grazie alla mia squadra la US NAVE di Firenze disseminata ovunque lungo il percorso prontissima ad incitare e dopo con mille messaggi durante la sera a condividere questa emozione. 

Leggi il resto di questa voce →

IO C’ERO di… Manzi Federico

luglio 4, 2019 in IO C'ERO, NEWS

 

 

Ho realizzato un sogno, portare a termine il Passatore…. 

Sono partito dal fondo della storia, ma adesso torno indietro e riavvolgo la bobina perché vi voglio raccontare tutto dall’inizio, anzi da prima dell’inizio.

Ho iniziato a correre per caso, penso come molti di noi, dopo una brutta frattura procuratomi sciando qualche anno fa.

Per tornare in forma ho iniziato a muovere i miei primi passi in questo sport che ritenevo noioso, proprio non mi piaceva, poi pian piano ho iniziato ad apprezzare…a tal punto che ho deciso di cimentarmi in una gara paesana.

Ho sempre avuto tempi da “tartarugo” intendiamoci , ma in quel giorno nella mia prima gara , mentre ero nelle retrovie mi si affiancò un signore che per caso mi parlò del Passatore.

100 km!? Ahahaha non riuscivo nemmeno a parlare da quanto ero in affanno per fare una 10 km e questo tizio mi diceva che un giorno avrei dovuto fare il Passatore…”si perché non è una corsa è un viaggio”.

Nulla di più vero…3 anni ci ho messo per arrivare a Firenze con il pettorale attaccato al petto ,ma ci son riuscito!

Ho deciso in luglio , mi sono detto : il prox anno ci sarò…e così è stato.

Per me era un ossessione, non c era giorno ( e tutt ora è così) in cui non penso o non mi documento su questa gara.

Non so perché , ma è stato amore fin da subito.

Leggi il resto di questa voce →

Riavvolgere il tempo di.. Vigorito Gianfranco

luglio 4, 2019 in IO C'ERO, NEWS

Rieccoti Passatore

 

Se la locandina di presentazione dice “la piu’ bella del mondo” una ragione ci sara’

Verrebbe facile abbinarla alla dicitura” le vie del Sangiovese”  ma non basta,le sarebbe riduttivo.

Questa corsa ,non gara , ti attraversa come lei attraversa l’Appennino Tosco-Romagnolo,1000mt di  dislivello: ed e’ un susseguirsi di situazioni ed emozioni che probabilmente in un altro contesto non sapresti cogliere ed assaporare. Passi dall’ euforia dei preparativi ,alla felicita’ nel condividere la partenza , per poi immergerti nei tuoi pensieri : attraversi sogni, fatica , dolori ,sconforto, paure che si rincorrono per poi  riavvolgersi nel tempo.

Ma per magia non molli ,non sei obbligato, hai scelto tu, superando caldo,pioggia,umidita’, nemmeno il cielo ti accompagna con la luna e le stelle verso Marradi, prosegui a sensazione.

Ti sospingono gli sguardi di chi ti e’ a fianco, nel cercare nei tuoi occhi quel sostegno di cui ha bisogno e tu lo rubi dai suoi, dei bambini nei paesi che ti chiedono il cinque , dei volontari ai ristori ,dal brodo e la piada, da chi ti incita scandendo il tuo nome e ti applaude nella notte fonda , fino alla luce del nuovo giorno che sta nascendo sconfiggendo i cattivi pensieri.

Leggi il resto di questa voce →

IO C’ERO di… Betteti Manuel

luglio 4, 2019 in IO C'ERO, NEWS

Primo marzo, primo giorno di preparazione. Mela e Patrick erano lì con me per accompagnarmi nel mio
primo allenamento.
Poi di uscite in bella compagnia ne sono susseguite molte, con compagni diversi che non posso non citare:
Miriam, Rossella, Grazia, Fabio, Isabella, Remo, Maura, Domenico, Ivano, Alessandro, Anna e Francesca.
Mi è stato vicino tutto il gruppo del QS Running Team, non potevo fallire. Per loro e per AVAPO,
un’associazione di Mestre con la quale avevo fatto un patto per una raccolta fondi a scopo benefico. Ho
lanciato la sfida a parenti amici e conoscenti : 10 cent per ognì km percorso che poi avrei devoluto in
beneficienza.
Ecco ci siamo, è il grande giorno, sabato 25 maggio 2019. Tre giorni fa festeggiavo i 38 anni, bel regalo mi
sono fatto!!!
Ore 14.00, manca un’ora alla partenza, sono in piazza del Duomo a Firenze. Mi siedo per scaricare un po’ la
tensione, giro la testa e toh… ironia della sorte mi ritrovo il mio sindaco affianco… “non sapevo partecipassi
al passatore Mario (Conte)!!!”

Leggi il resto di questa voce →

“Una medaglia per mia mamma “ di Guastella Gisella

luglio 4, 2019 in IO C'ERO, NEWS

 

Firenze – Faenza 25/26 maggio 2019

Sono partita… per arrivare…questo è sicuro! Non sapevo in quanto tempo, ma non importava,
volevo fare la mia 100 km e soprattutto arrivare fino alla fine, fiera di me stessa e più forte di prima.
Mi sono iscritta qualche giorno prima della chiusura delle iscrizioni, fino alla fine non sapevo se
potevo allontanarmi da casa, per via della malattia di mia madre….
La mia 100 km, la dedico a mia mamma, una guerriera che sta lottando contro il cancro e che con
la sua grande forza ….è passata da uno “stato terminale” ad uno “stato di rinascita” attraversando
una fase di dolore atroce e tanta fatica, ma anche di accettazione, coraggio e pazienza.
Ho imparato molto da lei ed ho imparato molto dal “cancro”, abbiamo fatto tanta strada in questo
ultimo anno, 1000 volte il Passatore… per esprimere quante emozioni abbiamo e stiamo
attraversando durante questo periodo di lotta: paura, fatica, dolore, sconforto, fiducia, amore,
pienezza, gioia e l’ ESSENZIALE.
La 100 km del Passatore ha rappresentato per me tutto ciò….ed è una grande prova di
RESILIENZA.

Leggi il resto di questa voce →

Io c’ero di… Janni Davide

luglio 2, 2019 in IO C'ERO, NEWS

 

Per me il passatore è stato così: un’intensa preparazione, una gara che molti, a ragione, definiscono viaggio e una lunga metabolizzazione del risultato ottenuto.


quando mi è balenata l’idea, verso la fine dell’estate scorsa, di iscrivermi per il passatore, non ero ben cosciente di quel che stavo pensando. nel frattempo correvo, i lunghi aumentavano, le maratone erano degli allenamenti per star con la gente e non nella solitudine dei soliti lunghissimi invernali.. verso marzo un amico mi chiede come stava andando la preparazione e quanto avessi pagato la gara. cavoli!! non mi ero ancora iscritto!! il subconscio voleva forse tutelarmi? dubbio.. clikko o no per l’iscrizione? ce la farò? nel dubbio.. andata!! dal momento che ho ricevuto il numero di pettorale qualcosa è cambiato. Leggi il resto di questa voce →

Io c’ero di… Francisoni Elisa

luglio 2, 2019 in IO C'ERO, NEWS

 

Era Aprile 2018… avevo appena corso la maratona di Milano… ma non mi bastava..conobbi tramite il lavoro una signora che stava per affrontare il suo primo Passatore…la sua energia e la sua gioia negli occhi mi hanno contagiata …e mi hanno  fatto capire che un nuovo mondo mi stava chiamando…quello ULTRA ..

25 Maggio 2019… ore 14:50 .. ce l ho fatta …sono davvero riuscita ad essere alla partenza della mia prima 100 km del Passatore…una Vittoria per me essere solo alla partenza…dopo un anno di preparazione bloccato da un un’infortunio..stop di 3 mesi dalla corsa…più ripresa con un protocollo run che prevedeva un solo minuto di corsa… ore e ore di bici indoor per non perdere la forma aerobica..poi a 2 settimane dalla gara l infiammazione della bandelletta..Si…era già una vittoria essere arrivata alla partenza…

Ore 14:55 ripenso a tutto l anno passato…agli allenamenti fatti a tutte le ore della notte…sveglie assurde ..cene mai pronte…al dolore…alla fatica…e scoppiano le lacrime…ma già lo sapevo che avrei pianto passando sotto l arco della partenza…perché lo ripeto…Si era già una Vittoria essere alla partenza…ore 15:00 Partiti… i km iniziano a scorrere fra le gambe…neanche il tempo di metterle in moto che inizia subito la prima salita di Fiesole…impongo alle mie gambe di camminare in salita…seguo i consigli di chi ne sa più di me…non sono una professionista …ed anche se volevo correrla tutta…come prima volta decido di camminare le salite …Vetta le Croci… bella tosta come prima salita…inizia già a farti capire di che pasta è fatto l’ appennino Tosco Romagnolo…le nuvole si fanno sempre più minacciose…ma io sono entrata completamente in trance…la gioia di poterla correre era talmente grande che non facevo altro che ridere …inizia a piovere ma io sono super organizzata ..e tiro fuori il mio antipioggia..via una piccola discesa…ma non si canta Vittoria..perché la vera salita doveva ancora iniziare…da lontano la vedi…pensi…corro ancora un po…corro fino alla curva…e poi svolti la curva a sinistra…e inizia il muro…16 km totali di salita per arrivare in cima alla Colla quando il sole sta per calare…durante la salita senti tutti dire che la parte più dura arrivava dopo…di notte … ma io non vedevo l ora di arrivare in cima al Passo della Colla per poter finalmente correre e correre e correre… Leggi il resto di questa voce →