Io c’ero… di Apicella Andrea

Io c’ero… di Apicella Andrea

Premetto che a distanza di un mese dal mio primo passatore, non ho ancora realizzato a pieno tutto ciò che ho vissuto, comunque anch’io c’ero!

Le emozioni che si provano sulla strada da Firenze a Faenza sono molto diverse ma ugualmente intense. Per me, fino al passo della Colla, legate soprattutto all’entusiasmo della condivisione dei chilometri insieme ai miei amici ed alla mia famiglia; mentre per arrivare a Faenza sono emerse tutte quelle emozioni che solo una grande impresa può tirarti fuori. Si, perché è quando i muscoli diventano di marmo, i piedi bruciano dalle vesciche e la testa ti dice di prenderti sempre più tempo per fermarti ad un ristoro (suggerendoti subdolamente di arrenderti) che viene fuori chi sei veramente, viene fuori la voglia di vedere la tanto desiderata Piazza del Popolo, di vivere pienamente la gioia nella condivisione di un viaggio fatto di sorrisi, difficoltà, volontà ed un pizzico di sana follia.

Queste poche righe potrebbero essere tranquillamente essere spiegate attraverso i volti di Simone, Veronica, Francesca e Nicole compagni di viaggio tanto preziosi quanto fondamentali. Volti che fanno parte di un ricordo che rimarrà indelebile nel mio cuore.

 

Io c’ero e ci sarò!

Condividi questo post