× Ritorna la 49^ edizione della 100km del Passatore - 25-26 maggio 2024
Chiara Finotti, Biella Running: Prossimo obiettivo ‘Passatore’ 2023 - 100 KM del Passatore | Firenze - Faenza

Chiara Finotti, Biella Running: Prossimo obiettivo ‘Passatore’ 2023

Chiara Finotti, Biella Running: Prossimo obiettivo ‘Passatore’ 2023

Le maratone e le ultra ti fanno capire che se vuoi puoi

La preparazione a gare di maratone e soprattutto a gare di ultramaratone richiede una programmazione di allenamenti molto impegnativi per poter arrivare pronti e preparati il giorno della gara ad affrontarla per poterla portare a termine.
Si inizia a correre, si procede allenandosi seriamente, decidendo di partecipare a coopetizioni agonistiche e a volte c’è la voglia di preparare una maratona e poi perché no sfidarsi su una gara più lunga preparandola bene.
Di seguito, l’esperienza di Chiara (Pietro Micca Biella Running) attraverso risposte ad alcune mie domande.

Qual è stato il tuo percorso nello sport? Da bambina praticavo ginnastica ritmica. Da adulta dopo anni in palestra mi sono avvicinata alla corsa e non l’ho più lasciata.
Quale tua esperienza passata ti rende più sicuro di potercela fare? Le maratone e le ultra ti fanno capire che se vuoi puoi. Non sempre ma spesso.
Cosa pensano familiari, amici, colleghi del tuo sport? Che sono matta.

Chi non fa non sa, allenarsi vuol dire avere una motivazione derivante da una passione trovando spazi e tempi invece di fare altro e molti non riescono a comprendere il gusto di fare ciò, faticare, sudare, soffrire, prendere caldo, acqua vento, ma per ottenere qualcosa bisogna passare per tutto ciò.

Quali capacità, risorse, caratteristiche possiedi nel tuo sport? La determinazione e la resistenza.
La tua situazione sportiva più difficile? Il ‘Passatore’.
Un episodio curioso, divertente, triste, bizzarro della tua attività sportiva? Un ‘Passatore’ sofferto ma portato a casa a quattro zampe e su una gamba sola senza aver mai pensato neanche per un istante di ritirarmi.

Il ‘Passatore’ è una gara di 100 km con partenza da Firenze sabato ore 15.00 e arrivo a Firenze in un tempo massimo previsto di 20 ore.
Chiara ha esordito nel fantastico e bizzarro modo delle ultra alcuni anni fa, il 26-27 maggio 2018, portando a termine la 100 km del Passatore, Firenze-Faenza in 17h25’30”.

Nella pratica del tuo sport cosa e chi ti ostacola? Gli ostacoli sono legati ai problemi muscolari e articolari che spesso accompagnano chi corre.
Per quali aspetti e fasi ritieni utile lo psicologo nel tuo sport? Per la gestione dell’ansia pre-gara.
Prossimi obiettivi? Sogni realizzati e da realizzare? Prossimo obiettivo ‘Passatore’ 2023. Obiettivo appena raggiungo maratona di Parigi sotto le 4 ore. Vorrei tanto fare la maratona di NYC.
Come vivi il pre-gara, la gara e il post-gara? Il pre-gara di una maratona con un po’ d’ansia. La gara benissimo. Mi carica. Il post gara alla grande grazie alle endorfine!
L’evento sportivo dove hai sperimentato le emozioni più belle? Le maratone.

Tra le maratone che ha corso Chiara da menzionare la prima maratona il 29 novembre 2009 in 4h06’02” a Firenze, e la sua miglior prestazione in maratona 3h45’14” sempre a Firenze il 30 novembre 2014 e l’ultima corsa a Parigi in 3h58’51”.

Come hai affrontato, gestito, superato eventuali crisi, sconfitte, infortuni? Massaggi e testa
Cosa hai scoperto di te stessa e degli altri nella pratica dello sport? Di me stessa ho scoperto la grinta. Dagli altri la forza potentissima del gruppo. Se le persone sono accumunate da una grande passione riescono a creare sinergie incredibili.

Insieme è sempre molto meglio nel raggiungere obiettivi sfidanti ma non impossibili, grazie ad allenamenti impegnativi e alla condivisione di fatica che ripaga sempre.

Quale domanda avrei dovuto farti? Perché corri?
Quali sono gli ingredienti del successo? Talento. Allenamento. Intelligenza.
Cosa diresti a te stessa quando eri più giovane? Goditi il momento!
Nello sport cosa e chi contribuisce al tuo benessere e/o performance? La testa e il mio Coach Paolo Vialardi.
A quale personaggio ti ispiri? Nello sport al grande Stefano Baldini e al mio Coach, nonché compagno, Paolo Vialardi.

Stefano Baldini, campione olimpico di maratona ad Atene 2004 in 2h10’55” (record del percorso storico da Maratona ad Atene), davanti allo statunitense Mebrahtom Keflezighi e al brasiliano Vanderlei de Lima. Due volte campione europeo (Budapest 1998 e Göteborg 2006). Ha inoltre conquistato la medaglia d’oro ai Mondiali di mezza maratona nel 1996 a Palma di Maiorca e due medaglie di bronzo nella maratona ai mondiali di Edmonton 2001 e Parigi Saint-Denis 2003. Il 23 aprile 2006 alla Maratona di Londra ha stabilito il record nazionale di maratona con 2h07’22” battuto nel febbraio 2020 da Eyob Faniel. Alla maratona dei Giochi olimpici di Pechino 2008, giungere al traguardo 12º in 2h13’25”.

Paolo Vialardi è l’autore del libro “Il gioco più bello della mia vita” (Fabrizio Lavezzato, Curatore), Susil Edizioni, 2022. Di seguito la descrizione del libro “Questo libro non è solo una biografia. Questo libro non parla solo di corsa. Questo libro racconta anche la nascita, l’evoluzione e la storia di un movimento nuovo, il Biella Running, non una semplice associazione sportiva, ma una sorta di piccola e geniale rivoluzione, tutta biellese. Nata dalla mente di diverse persone ma capitanata da una sola, mossa da un’ineguagliabile passione. Paolo Vialardi è un uomo che tutti, almeno una volta nella vita, dovrebbero sentire parlare. In alternativa, potete leggere questo libro: sarà come sentire la sua voce. Dopo, vi verrà voglia di inseguire i vostri sogni”.

Matteo SIMONE

Condividi questo post