× Ritorna la 49^ edizione della 100km del Passatore - 25-26 maggio 2024
Stefano Farina del GS 100 km del Passatore conclude la Maratona di Boston - 100 KM del Passatore | Firenze - Faenza

Stefano Farina del GS 100 km del Passatore conclude la Maratona di Boston

Stefano Farina del GS 100 km del Passatore conclude la Maratona di Boston

COMUNICATO STAMPA N. 4


Stefano Farina del GS 100 km del Passatore conclude la Maratona di Boston

Il runner romagnolo ha corso anche la Maratona di Berlino nel 2023

 

Il runner del Gruppo Sportivo 100 km del Passatore Stefano Farina il 15 aprile ha concluso la 128^ Maratona di Boston (28° italiano su 255 tra gli oltre 30.000 partecipanti giunti al traguardo) bloccando il crono in 3 ore, 5 minuti e 33 secondi. La celebre corsa podistica del Massachusetts fa parte delle World Marathon Major assieme alla: Maratona di Tokyo, Maratona di Londra, Maratona di Berlino, Maratona di Chicago e Maratona di New York.

Farina, quattro “Passatore” all’attivo e in totale 34 maratone disputate ha corso la Maratona di Berlino nel 2023 completandola in 2 ore e 44’, classificandosi come 16° italiano al traguardo e terzo italiano in categoria M40.

Stefano racconta così la sua Maratona di Boston: “Ero reduce da una bronchiolite che mi ha tenuto fermo diverso tempo per cui l’obiettivo era quello di arrivare in fondo alla Maratona e sono contento così. Tralasciando questo aspetto posso dire che la Maratona di Boston è sicuramente la manifestazione più bella cui abbia preso parte nella mia carriera. Il calore della gente era palpabile e costante, così come la partecipazione dei tifosi s’è rivelata assordante dall’inizio alla fine.”

“Non avevo mai visto nulla di simile, gli americani in questo sono proprio forti! -prosegue nel suo racconto Farina scendendo nei particolari della corsa- “Lungo il percorso mi sono imbattuto in diversi episodi che non dimenticherò. Il percorso è complicato perché presenta un dislivello ed il percorso è tutto ondulato, tra cui una salita al 30° km che a Boston chiamano “Heartbreak Hill”. Un tratto veramente duro. Per chi ha la possibilità è una manifestazione che consiglio a tutti i Runner, perché è considerata LA maratona. Un simbolo molto sentito negli Stati Uniti, un vero giorno di festa che non siamo abituati a vedere nelle maratone italiane”.

Ufficio Stampa

 

Condividi questo post