QUANDO L’APPENNINO NON DIVIDE, MA UNISCE

QUANDO L’APPENNINO NON DIVIDE, MA UNISCE

Nell’approssimarsi della Mugello Marathon il prossimo 23 settembre, vorrei sottolineare, come il Passatore con le sue 45 candeline spente e la Maratona del Mugello alla sua 44^ edizione, sono legati a doppio filo, quasi un gemellaggio tra la 100 più bella del mondo e la maratona più antica d’Italia. Infatti la maratona del Mugello nacque sull’onda del Passatore, un anno dopo nel 1974, addirittura la prima edizione ricalcava, per i primi chilometri, la strada della 100 nella salita che porta a Ronta, anche l’orario di partenza di quella prima edizione era simile a quello dei due primi Passatori, in tarda serata, ancora oggi l’orario si assomiglia e il fatto di essere disputate entrambe di sabato pomeriggio è un’altra grande affinità tra le due gare. La collaborazione tra i due staff organizzativi non è mai venuta a mancare, il ristoro di Borgo San Lorenzo è sempre stato gestito dagli organizzatori della maratona (una volta i Marciatori Borgo e Mugello, adesso la ASD Maratona del Mugello) con l’aiuto di tanti altri volontari, questo sodalizio mai interrotto dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno il legame tra la terra del Mugello e il Passatore che lo attraversa. Ricordare tutti gli “amici”, che hanno dato vita a questa unione è quasi impossibile, ma a nome di tutti permettetemi di citarne tre, i veri “pilastri” della maratona e del rapporto di questa con l’ultramaratona più famosa del mondo, ricordando che nella loro vita atletica, l’hanno onarata con diverse partecipazioni e portandola a termine anche con tempi di tutto rispetto. L’infaticabile “segretario” dei Marciatori, Mario Boretti, sempre in prima linea per la sua maratona, ma anche nel dirigere lo staff nel ristoro di Borgo durante la 100, Roberto Gherardi il primo Supermaratoneta del mugello se non di Toscana e tra i fondatori del Club Supermarathon, grande promotore della maratona, sempre attivo da un anno all’altro nel pubblicizzarla, infine, ma non per ultimo Franco Sargenti, il “presidentissimo” dei marciatori e della Maratona del Mugello, quasi un padre per me (chiedendo scusa a Gabriele per la definizione).
Oggi venuta a mancare la presenza attiva (ma sono sempre tra noi) dei tre “padri fondatori”, sono i loro figli, Gabriele, Damiano e Martina che hanno preso in mano le redini della Mugello Marathon, la “creatura” voluta, inventata e coltivata dai loro padri, e la guidano attraverso la ASD Maratona del Mugello, verso sempre nuovi e ambiziosi traguardi.

Per informazioni ed iscrizioni : http://www.maratonamugello.it/

Foto da sinistra, dall’alto in basso :
1) Franco Sargenti il “presidentissimo” con a dosso la mitica maglia dei Marciatori Borgo San Lorenzo
2) L’instancabile Mario Boretti, qui ripreso nel Passatore 1977 (25° assoluto in 9h, 50m)
3) Il grande Roberto Gherardi il primo supermaratoneta del Mugello, tante le sue partecipazioni alla 100 del Passatore

Condividi questo post