100 km del Passatore.. di Sciamanna Luca

100 km del Passatore.. di Sciamanna Luca

 

Sono circa 6/7 anni da quando ho iniziato a correre, dopo avere smesso di fumare e per necessità in quanto stavo ingrassando a vista d’ occhio. Dopo avere iniziato con le garette da 10 km, nel corso degli anni sono passato a fare le mezze, le maratone ed i trail. Leggendo anche riviste somo rimasto stregato dalla parola che circolava spesso nell’ambiente: PASSATORE! Non sapevo nulla ma in me e’ scattata la scintilla, il classico colpo di fulmine e la scorsa estate ho deciso che il 25 maggio 2019 dovevo essere a Firenze per realizzare il mio sogno e ad ottobre mi sono iscritto. Mi sono fatto un programma da solo con spunti presi dalle proposte di Re Giorgio Calcaterra e Pizzolato e ad inizio marzo ho iniziato ad allenarmi per lui il grande sogno con di media allenamenti a settimana trascurando un po’ famiglia ed interessi vari.

Ma sono giunto in piazza duomo in splendida forma felicissimo di poter provare a coronare il sogno credo di ogni runner. Corsa andata benissimo, sebbene normali alternanze  tra crisi e riprese e giungendo in piazza del popolo a Faenza dopo una fantastica cavalcata chiusa in 10:53:13. Il mio sogno erano 12 ore quindi risultato fantastico. Non posso dire oltre che piangere cosa si prova al traguardo perché non esistono parole tanto grandi e belle per poter quantificare i vari sentimenti. Consiglio questa esperienza a tutti gli appassionati di corsa ed amanti delle sfide, avvertendo li del fatto che e’ davvero dura molto dura. Non si puo’ improvvisare ma si puo’ correre solo con testa gambe e tanti tanti sacrifici. Grazie agli organizzatori ed ai volontari per l’ottima riuscita della manifestazione anche se consiglierei il divieto assoluto alle bici, perché mettono in pericolo mesi di sacrifici con assurde manovre e maleducazione. Il passatore va corso in autosufficienza perché l’organizzazione e’ ottima!

 

Condividi questo post