× Ritorna la 49^ edizione della 100km del Passatore - 25-26 maggio 2024
Daniela Battisti: Il Passatore mi ha lasciato delle emozioni indelebili - 100 KM del Passatore | Firenze - Faenza

Daniela Battisti: Il Passatore mi ha lasciato delle emozioni indelebili

Daniela Battisti: Il Passatore mi ha lasciato delle emozioni indelebili

Campionessa Europea a Squadre Master W40 di Trail 2021

Daniela Battisti (Atletica Aviano) risulta essere una ultramaratoneta sempre più performante che si mette in gioco sia in gare di trail che su strada, con ottimi risultati.
Grazie al mio caro amico Pietro Laurenti, ho conosciuta Daniela alla maratona della Maga Circe e poi incontrata, sempre con piacere, in alcune ultramaratone come la Strasimeno 58km e la 100km del Passatore.
Di seguito, approfondiamo la conoscenza di Daniela attraverso risposte ad alcune mie domande.
Quando ti sei sentita campionessa nello sport? Sinceramente? A distanza di anni ancora non mi sento campionessa nello sport.

Il 19 settembre 2021, presso Tramonti (PN), Daniela ha conquistato il titolo di Campionessa Europea a Squadre Master W40 di Trail, classificandosi al 4° posto categoria W40 e terza italiana con il crono di 5h56’24” nella gara di trail running di 43,5 km con un dislivello di 1800 metri.
Qual è stato il tuo percorso nello sport? Ho iniziato a correre all’età di 15 anni con la mia amica Emanuela Briganti solo per mantenerci in forma ma mai avrei pensato di correre una mezza, una maratona e addirittura una 100 km. Da piccola non ho mai praticato uno sport seriamente. Mi sono iscritta in piscina all’età di 17 anni e sempre qualche corsetta di qua e di là. Nel 2016 la mia prima mezza e dopo qualche mese la mia prima maratona.
L’evento sportivo dove hai sperimentato le emozioni più belle? Ogni evento sportivo ha le sue emozioni ma il Passatore mi ha lasciato delle emozioni indelebili.

Il 6 marzo 2016, Daniela corre la sua prima mezza maratona in 1h46’47” a Conegliano e il 13 novembre 2016, corre la sua prima maratona in 4h09’43” a Ravenna.
Il 30 marzo 2019 Daniela ha corso l’EcoTrail Florence 80 km in 12h52’14” e il 21-22 maggio 2022 ha corso anche la 100 km del Passatore, Firenze-Faenza con il sorprendente risultato di 10h50’26”.
Nello sport cosa e chi contribuisce al tuo benessere e/o performance? Nello sport cosa contribuisce al mio benessere, oltre al piacere di correre, il sentirsi meravigliosamente bene con me stessa e con la mia mente.
Un episodio curioso, divertente, triste, bizzarro della tua attività sportiva? Le mie esperienze sportive sono state tutte divertenti che non saprei quale raccontare.

In effetti. Le poche volte che ho incontrato Daniela prima di una gara, ho potuto notare e apprezzare la sua serenità, tranquillità, socialità, scherzosità e il suo partire cauta facendo un’ottima gara in progressione, sempre con il sorriso.
Un’esperienza che ti dà la convinzione di potercela fare? Ho un carattere che non si arrende facilmente, tutto ciò che mi metto in testa, finora, l’ho portata a termine.
Cosa pensano familiari, amici, colleghi della tua attività sportiva? I familiari inizialmente erano molto preoccupati per i troppi Km ma ora non più. Familiari, amici e colleghi mi conoscono talmente bene e sanno che ho una forza non indifferente.
Quali capacità, risorse, caratteristiche possiedi nel tuo sport? Non sono competitiva e credimi che corro senza pretendere nulla solo per piacere. Questo aspetto negli ultimi anni mi ha portato a raggiungere dei risultati non indifferenti. Forte motivazione, resistenza, caparbietà e ho una forte capacità di resilienza questi sono gli aspetti.

In effetti, più si è sereni e più vengono i risultati, senza stress si riesce a risparmiare energie utili in gara soprattutto nel finale dove bisogna continuare a far bene cercando di non calare i ritmi di corsa.
Nella pratica del tuo sport quali sono le difficoltà e i rischi? Non ho incontrate grandi difficoltà fortuna? Sfortuna? Non saprei cosa dire.
Cosa e chi ti ostacola nella pratica dello sport? Nessuno può ostacolare lo sport perché semplicemente non lo permetto.
Ritieni utile lo psicologo nel tuo sport? Il supporto di una figura professionale è sempre utile. Io non ho avuto la necessità di questo tipo di supporto.
La tua situazione sportiva più difficile? Correre alcuni trail.
Come hai superato eventuali crisi, sconfitte, infortuni, Covid? Ho un carattere solare e forte. Il Covid non mi ha provocato nessun danno psicologico anche perché in quel periodo ho frequentato un master universitario.
Cosa hai scoperto di te stesso nel praticare sport? Ho scoperto che ho grande potenzialità…averlo saputo prima.
Utilizzi allenamenti mentali? Allenamenti mentali? Daniela non mollare, ce la farai.

Daniela sembra essere consapevole delle sue capacità e potenzialità e sa che dipende da lei raggiungere risultati prestigiosi senza mollare ma vivendo appieno l’esperienza.
Un messaggio per invogliare uomini, donne e ragazzi a praticare sport? Provate senza pensare…
Ti ispiri a qualcuno? La mia amica Marilena mi dà continuamente ispirazione visto le sue numerose partecipazioni nel campo dello sport.
Una parola o una frase che ti aiuta nei momenti difficili? Non ho vissuto grandi momenti difficili. Quando mi iscrivo a una mezza, una maratona o ultra penso che se non riesco a correrla al max cammino, portandola a termine a ogni costo.

Si può fare tutto senza pretese ma con impegno, volontà, passione e determinazione, raggiungendo mete e obiettivi sfidanti.
Prossimi obiettivi? Sogni realizzati e da realizzare? Correre ovunque.
Cosa c’è prima, durante e dopo una gara? Impulsività, adrenalina, un pizzico di pazzia e soddisfazione.
Quali sono gli ingredienti del successo? Crederci continuamente.

Matteo SIMONE

Condividi questo post