La corsa mi sta regalando delle gioie

La corsa mi sta regalando delle gioie

 

Dopo una settimana ancora non ci posso credere che io si proprio io che mi alleno due tre volte a settimana con durata per ogni uscita non più di 1 ora e 30 per volta e con solo due allenamenti lunghi che sono state le due Maratone corse il 30 marzo e il 4 maggio precisamente Cividale Aquilea e Gradisca Trieste sia riuscito a chiudere questa meravigliosa ultra maratona be cosa posso dire che la mia corsa è stata una corsa all’insegna della positività.

Non o mai pensato che mi sarei potuto ritirare anche se sapevo di avere un problema al ginocchio che ho fatto fasciare con ghiaccio e non solo ascelle che si erano a arrossate e per evitare ulteriori problemi crema e taglio canotta mentre si avvicinava il punto più temuto da tutti e mi rifornivo di sali e zuccheri nei punti ristori andavo avanti senza voltarmi dietro proseguivo la mia corsa con il mio lumino alla fronte che puntavo sulle curve per tagliare bene le curve come quando si va in bici e intanto i km.
Andavano pensavo le emozioni che avrei dovuto provare a Faenza nel abbracciare i miei e andavo la luce dell’alba mi annunciava il buongiorno più bello della mia vita si ormai ci sono più nessuno mi ferma cartelli km 95,98,99 a questo ultimo dico a me stesso we ora sistema per bene la canotta lo zaino e mi raccomando al traguardo niente lacrime come fai di solito alle maratone questa e una gara per gente dura mancano 330 mt. Mi tolgo i manicotti che sventolo al cielo e grazie a chi da lassù mi a dato la forza di tagliare il traguardo tanto ambito da sempre da tutti a alla fine piangevo troppo bello.
La corsa mi sta regalando delle gioie che non si possono descrivere bisogna correre per provarle siete tutti invitati.
Vincenzo Enzucio Grieco

 

Condividi questo post