16 aprile 2019 Il Resto del Carlino (ed.Ravenna)

16 aprile 2019 Il Resto del Carlino (ed.Ravenna)

Il Maggio Faentino tra note e buon cibo

Si comincia il 4 e 5 maggio con BorgoIndie nel Borgo Durbecco e a Brisighella

TORNA l’ appuntamento con il ‘Maggio Faentino’, contenitore di cinque eventi che spaziano tra musica, arte, sport, cultura ed enogastronomia. Una manifestazione, giunta alla seconda edizione, che vedrà come

location diversi punti del territorio. Si partirà con BorgoIndie, il 4 e 5 maggio. Quest’ anno la manifestazione si dividerà tra il chiostro della Commenda nel Borgo Durbecco di Faenza il 4 maggio e Brisighella il 5 maggio. Qui un mercato delle produzioni artigiane e vitivinicole accompagnate dalle degustazioni anche di vini fermentati nelle anfore sottoterra, secondo la tradizione della Georgia. In serata la cena rotativa,quattro piatti realizzati dallo staff del Postrivoro.

Il giorno dopo ci si sposterà nel chiostro del convento dell’Osservanza a Brisighella. Come da tradizione

sarà il momento durante il quale i visitatori potranno riscoprire le produzioni agricole e culturali del territorio. Secondo appuntamento la ‘Musica nelle aie’ nella suggestiva cornice di Castel Raniero, in programma dal 9 al 12 maggio.

Come sempre sulle prime colline faentine, decine di musicisti, stand gastronomici, mostre ed esposizioni, attireranno migliaia di appassionati da ogni angolo d’ Italia. La manifestazione prevede un concorso musicale suddiviso in due sezioni: autori e interpreti, a cui si aggiungerà anche il premio del pubblico. Il terzo appuntamento sarà quello del ‘Distretto A weekend’, le ex cene itineranti, nel cuore della città manfreda, in programma dal 17 al 19 maggio. Le strade del centro storico e tanti cortili privati, luoghi sconosciuti ai tanti, ospiteranno banchetti con cibo di strada mostre d’ arte. Nello stesso fine settimana, quello del 18 e 19 maggio, tornerà poi BuonGiorno Ceramica, evento dedicato al mondo artistico che si svolge in 35 città italiane di antica tradizione ceramica. Quest’ anno, oltre alla possibilità di visitare le botteghe ceramiche, gli studi e gli atelier faentini che apriranno le loro porte al pubblico anche per workshop e mostre, si potrà fare un giro al mercato che si svolgerà nella Molinella il 19 maggio. Non mancheranno performance di tornianti, durante le quali si potrà provare l’ emozione di modellare l’ argilla e far nascere dalle proprie mani una opera e l’ immancabile appuntamento con l’ aperitivo del ceramista, con i bicchieri di ceramica che dopo essere stati acquistati ospiteranno assaggi di vino del territorio offerti gratuitamente.

Ultimo appuntamento all’ interno del cartellone del Maggio Faentino, il 25 e 26 è in programma la 100

Km del Passatore, definita la gara più bella del mondo, la gara podistica che unisce Firenze con Faenza

e che a oggi annovera già 2.550 iscritti.

Condividi questo post